top
logo

Sondaggi

Che pappagallo ti piace?
 

Chi è online

 4 visitatori online

Home Acari
Acari PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 02 Novembre 2008 14:36

Acari problema che ogni tanto si presenta nei nostri volatili.

Esistono una varieta infinita di acari quelli che attaccano i nostri amici sono 3 in particolare:

acari rossi: si presentano neri o rossi dipende se hanno gia pranzato oppure no si nascondono nei posti bui e possono essere trovati mettendo uno straccio o un foglio bianco appallottolati sul fondo o sopra la gabbia.

Il problema e che si moltiplicano a dismisura, vengono portati in allevamento da noi o da uccelli selvatici.
Per eliminarli esiste un solo sistema pratico e veloce il frontline che rende la pelle dei nostri pennuti tossica per gli acari, il problema è la lunga resistenza delle uova che possono stare mesi in incubazione fino all'arrivo del caldo, un applicazione fatta di una goccia con la pipetta dietro alla nuca protegge i pennuti per mesi altri metodi tipo foractil o acarene sono problematici perche uccidono/allontanano gli acari solo temporaneamente e non appena il trattamento viene interrotto in poco tempo si ritorna alla situazione di partenza.
Il trattamento va fatto a tutti i soggetti.


Acari delle piume: mangiano l'interno del calamo delle piume rendendole fragili, si spezzano al solo contatto con le sbarre mentre si arrampicano se si sospetta un attacco di questi acari si puo verificare schiacciando il calamo tra le dita se lo si sente vuoto e cede a una minima pressione e con una forte perdita di piume e rottura delle stesse.
cura: anche qui il frontline è la cura migliore per le stesse ragioni elencate sopra. il trattamento va fatto a tutto l'allevamento.

Acariasi: sono acari che come i rossi succhiano il sangue e vivono e crescono all'interno della gola dei volatili, si puo riconoscere se il soggetto ha difficolta respiratorie che si manifestano con un sibilo mentre respira, tossisce e si grattano la gola per poi "sputare".
cura: è necessario una visita da un veterinario che potra stabilire con certezza l'acariasi e trattarla con medicinali potenzialmente pericolosi per i nostri soggetti, quindi meglio non rischiare.

Scritto da Chef

 

Pubblicità

Link consigliati:

bottom

Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla Themes, hosting. Valid XHTML and CSS.